My Jazz Islands 1

Thank you to the incredible audience, to Pizza Express Jazz Club manager Ross Dines,  Suona Italiano and the Italian Cultural Institute, the Italian Bookshop, Intermezzo, Paola, Margherita, Joseph, Mirjam, and all the amazing friends, journalists, photographers  and the great people who have supported our festival! Five sold out events and a beautiful, attentive and enthusiastic audience from UK and all the way from Italy and Sardinia!

 

BoneyJamesRBona_01


BBC Radio3 interview to Filomena Campus about My Jazz Islands Festival + live performance by Antonello Salis & Filomena Campus

Click HERE for LONDONJAZZ Review on My Jazz Islands Festival, Scaramouche album launch feat Paolo Fresu

Click Here for La Repubblica

 

 

Sardinia, with its atmosphere of warmth and vivacity, is coming to London’s Pizza Express Jazz Club in November. Hats off to the organisers for bringing together this mélange of the two cultures: romance, fun, satire, fine music, powerful performers, jazz from island to island. LondonJazz

MyJazzIslandsEmail_02

 Click HERE to Book online

MyJazzIslandsEmail_03

 

 Click HERE for to go to Filomena Campus’ MY JAZZ ISLANDS page.

La Repubblica – My Tube Enrico Franceschini

La musica è un ponte tra la Sardegna e il mondo

Paolo Fresu, il grande trombettista jazz sardo, ha scritto le note di copertina di “Scaramouche”, ultimo album della cantante sarda Filomena Campus (suoneranno insieme la settimana prossima al Pizza Express Jazz Club di Soho). Parole molto belle e poetiche. Eccone un estratto:
“Sentendo questo nuovo lavoro si ha la netta impressione di assistere a un percorso che è logico e consequenziale. Percorso fatto di artigiana passione e puntigliosa ricerca. Se il mondo del teatro e della scrittura permea tutto il disco con testi dai plurisignificati è l’origine del progetto a gettare le basi della complessa Sinfonia. Un sottile duo di voce e chitarra amplifica le corde dei due strumenti per farli diventare una grande orchestra, impreziosita dalle ultime note strazianti di Kenny Wheeler (leggenda del jazz inglese, scomparso poche settimane fa, ndr). La ricerca timbrica è al centro di questo lavoro e segna in modo profondo quel rapporto tra ancestrale e contemporaneo che da sempre è nella poetica di Filomena e Giorgio Serci, gettando così, ancora una volta, un ponte ideale tra la Sardegna e il mondo. I loro rimandi sono non solamente all’isola incastonata nel Mediterraneo, ma anche al Brasile di Hermeto Pascoal, a Jack Hirshman o Maria Carta… La voce e la musica si perdono così nella notte dei tempi e delle geografie, e Filomena e Giorgio adagiano sulle loro spalle, con viva coscienza, il pesante fardello dell’insularità, laddove luoghi, voci, vento e ombre diventano gli oggetti introspettivi del loro nuovo viaggio. Se i confini dell’isola si allargano al mondo, nel sentire Scaramouche si ha l’impressione che la storia continui. Avviluppata in se stessa e pronta a spiccare un altro volo verso l’ignoto”. Nov 2014

 

MUSICA: FILOMENA CAMPUS LANCIA FESTIVAL A LONDRA CON FRESU

TRE SERATE DI GRANDE JAZZ, ‘MAESTRI ITALIANI E INGLESI’

(ANSA) – LONDRA, 7 NOV – IL GRANDE JAZZ ITALIANO ARRIVA A LONDRA. LA CANTANTE FILOMENA CAMPUS HA PRESENTATO LA SECONDA EDIZIONE DEL ‘MY JAZZ ISLANDS FESTIVAL’ ALL’ISTITUTO ITALIANO DI CULTURA NELLA CAPITALE BRITANNICA. NELLE TRE SERATE (10-11-12 NOVEMBRE) SI ESIBIRANNO AL PIZZA EXPRESS JAZZ CLUB ALCUNI FRA I MAGGIORI ARTISTI ITALIANI E INTERNAZIONALI, FRA CUI PAOLO FRESU, ANTONELLO SALIS, ANTONIO FORCIONE, ORPHY ROBINSON E CLEVELAND WATKISS.

“IL FESTIVAL E’ UN MODO PER UNIRE GRANDISSIMI MUSICISTI ITALIANI CON MUSISTI DELLO STESSO LIVELLO QUI IN INGHILTERRA – HA DETTO CAMPUS ALL’ANSA – IL PROGETTO E’ QUELLO DI PORTARE A LONDRA QUELLI CHE PER ME SONO STATI I MAESTRI, I MIEI EROI, COME PAOLO FRESU E ANTONELLO SALIS, E ANCHE CREARE NUOVE COLLABORAZIONI”. FILOMENA SARA’ IMPEGNATA IN TUTTE LE TRE SERATE IN ESIBIZIONI CHE PROMETTONO DI ESSERE ALL’INSEGNA DELL’IMPROVVISAZIONE E ANCHE DELLE SONORITA’ MEDITERRANEE. QUELLA DI CAMPUS E FRESU, DUE SARDI DOC, E’ UN’AMICIZIA DI VECCHIA DATA, BASATA SU STIMA RECIPROCA E COSTANTI COLLABORAZIONI MUSICALI. FRESU IN PASSATO ERA STATO A LONDRA COME OSPITE DI ‘JESTER OF JAZZ’, UN PROGETTO MUSICALE POI TRADOTTOSI IN ALBUM CHE MESCOLA IL JAZZ ALLA MUSICA TRADIZIONALE SARDA E ALLA SUA POESIA.

Suona italiano”, Londra incontra Sardegna e suo jazz
(AGI) – Londra, 7 nov. – Avra’ inizio lunedi’ sera il “My Jazz Islands Festival”, organizzato dall’artista sarda, ma residente a Londra da anni, Filomena Campus. Una tre giorni che rientra nell’ambito di “Suona italiano”, la rassegna voluta da Fondazione Musica per Roma e realizzata in collaborazione con l’ambasciata italiana nel Regno Unito e gli Istituti italiani di cultura di Londra e Edimburgo. La rassegna di “Suona italiano” rientra inoltre nell’ambito delle celebrazioni per il semestre di presidenza italiana dell’Unione europea e in questi mesi portera’ nei teatri e in altri luoghi dediti alla cultura oltre cento eventi in 33 diverse citta’ britanniche.

“Il mio obiettivo e’ creare un ponte fra due isole, la Sardegna e la Gran Bretagna – ha spiegato Campus – e speriamo che questo evento possa essere anche di stimolo alla conoscenza della mia isola da parte dei britannici”. Realizzato al London Jazz Club Pizza Express di Soho, nella capitale britannica, il festival nella sua versione londinese e’ giunto alla sua seconda edizione. Celebrato anche dalle riviste jazzistiche britanniche, il festival vedra’, nella sua prima serata, Filomena Campus e Antonello Salis’ All Stars Band, con, come ospiti speciali, Antonio Forcione, Cleveland Watkiss, Adriano Adewale e il giornalista italiano Antonio Di Bella, che per una sera abbandonera’ gli abiti da corrispondente all’estero per indossare quelli del musicista. Martedi’ 11 novembre, invece, sara’ la volta di Filomena Campus QT & Special Guest Antonello Salis, con musicisti come Steve Lodder, Dudley Phillips, Adriano Adewale e Antonello Salis. Mercoledi’ 12 sara’ l’occasione per il lancio dell’ultimo album di Filomena Campus e Giorgio Serci, “Scaramouche”, con anche Giorgio Serci, Adriano Adewale, Orphy Robinson e con la partecipazione straordinaria del trombettista sardo Paolo Fresu, uno degli artisti isolani piu’ di successo nel panorama internazionale.
“Nell’album – ha spiegato Campus presentando l’evento – c’e’ anche un ‘solo’ del grandissimo Kenny Wheeler, recentemente scomparso”. Anche Paolo Fresu si e’ detto “orgoglioso” della serata di mercoledi’ prossimo con Campus. “Filomena e’ una grande amica – ha spiegato l’artista, anche testimonial della campagna dell’Enit per la promozione del Belpaese – e Londra e’ una piazza magnifica per il jazz”. Ieri sera all’Istituto italiano di cultura di Londra, diretto da Caterina Cardona, e’ stato anche proiettato il film “365 Paolo Fresu, il tempo di un viaggio”, dedicato al grande artista sardo e diretto da Roberto Minini Merot. (AGI)

 


 

 

NEWS:

Filomena Campus & Giorgio Serci’s  new album SCARAMOUCHE  now out! Featuring Kenny Wheeler, Rowland Sutherland, Adriano Adewale, Keld String Ensemble.

6-12 November 2014 My Jazz Islands  Festival II - London Pizza Express Jazz Club Soho, 10 Dean Street & Italian Cultural Institute London.

 

photo by Marco Colombino

photo by Marco Colombino

 

JESTER OF JAZZ CD is available on Itunes, Amazon and in the best music stores!

 

“On stage Campus is like a shaman of music, enchanting the audience with her deeply expressive voice and her magnetic presence” ANSA Italian Press Agency London

“this singular Sard gleefully and expertly builds a multilingual set of beautifully stylish original songs…hers is the most international of musics so she’s often gigging abroad; catch her when you can“  Roger Thomas JAZZUK

“Campus is a highly musical singer” The Telegraph

“Fascinating” Jazzwise

“One of the most adventurous young female singers/performers/composers based in the UK!” Cleveland Watkiss